La formazione in parrocchia


Questa nostra Comunità parrocchiale attribuisce alla formazione di ogni battezzato la caratteristica di “permanente”, come permanente è lo stato di missione. Si tratta di acquisire non solo la capacità di qualche sporadico atto di fede, ma una vera e propria “mentalità di fede”, per la quale la Parrocchia è la fontana del villaggio, presso la quale attingere , confrontarsi, reciprocamente aiutarsi.
A partire da queste affermazioni, si spiega il cammino richiesto per ogni sacramento, il quale va preceduto, accompagnato e seguito da un’autentica evangelizzazione. Ogni età della vita è perciò coinvolta nella formazione permanente ed è nostra intenzione dare priorità agli adulti e alle famiglie per l’approfondimento della Parola di Dio e tematiche di vita a questa riconducibili, indipendentemente dalla richiesta dei sacramenti.

 

Corso per i fidanzati

Sono serate orientate a far riflettere i fidanzati sulla valenza personale, sociale, teologale ed ecclesiale della richiesta di un matrimonio in chiesa. Vi si evidenziano le differenze tra convivenza, matrimonio civile, matrimonio religioso concordatario, matrimonio con i due riti distinti (civile e religioso), matrimonio di mista religione. Alla comunità cristiana interessa poi spiegare il fondamento biblico del matrimonio cristiano con le note caratteristiche di unità, indissolubilità, fedeltà, con la finalità del mutuo amore degli sposi e la procreazione dei figli.

 

La catechesi dei fanciulli

Consiste nell’annuncio di Gesù ai fanciulli che si aprono alla vita per dare risposta alle loro domande religiose: Testo da cui partire: Il nuovo Testamento, in lingua corrente, traduzione interconfessionale, LDC-ABU.
Alle famiglie chiediamo il coinvolgimento, l’accompagnamento e ai fanciulli offriamo una gradualità di percorso per addentrarsi alla comprensione del mistero.
Ecco le proposte della nostra Comunità.

Seconda Elementare
Testo: “Incontrare Gesù", Elledici.

Terza Elementare
Testo:”Entriamo nella storia della salvezza”, Elledici.

Quarta Elementare
Testo: “Celebriamo l’amore del Padre”, Elledici.

Quinta Elementare
Testo: “Seguiamo Gesù ogni giorno”, Elledici.

Tutti i fanciulli sono invitati naturalmente alla Messa festiva, accompagnati dai genitori.

 

La catechesi degli adolescenti (scuole medie)

Particolare attenzione meritano i nostri adolescenti, bisognosi, per i molteplici problemi che li assorbono, di una pluralità di agenzie educative. La Parrocchia interviene con la proposta settimanale dei GRUPPI, con giovani animatori ed educatori munite di apposite tracce di riflessione, coordinati a loro volta quindicinalmente da altri animatori più collaudati.
Altri appuntamenti sono: alcuni meetings (deserti, ritiri), alcune celebrazioni comunitarie del perdono e, a fine anno, il campo–scuola.

Prima Media
Testo: “Testimoni della Comunità cristiana", Elledici.

Seconda Media
Testo:”Troppo forte 1/Il decollo”, Elledici.

Terza Media
Testo:”Troppo forte 2/La direzione”, Elledici.

 

La catechesi dei giovani

I giovani vivono le loro tappe di formazione in gruppi dalla Prima alla Quinta Superiore, guidati da compagni più grandi con incontri pressoché settimanali.
Stiamo tentando di collegarci con altre esperienze giovanili laiche sul territorio ed esperienze di fede in Diocesi per uscire dal guscio ed essere più propositivi.

Prima Superiore
Testo:”Troppo forte 3/Il volo”, Elledici.

 

Corsi per giovani sposi

Il settore è aperto, è stato avviato un primo gruppo con incontri mensili. E' la prospettiva del futuro.

 

Gruppo di adulti e famiglie

Ha diciotto anni di esperienza, maturata nei famosi Minicampi Weekend di inizio settembre, in montagna, tenuti insieme da un caro canovaccio “Crescere ed educare a…”. Ad ogni Campo ci si prepara con un documento in tema e da ogni Campo se ne esce con un resoconto scritto. D’obbligo un appuntamento intermedio a fine gennaio tutti insieme.

 

Formazione ai sacramenti e sacramenti

Il battesimo

La preparazione al Battesimo dà la possibilità alla Parrocchia di incontrare giovani coppie interessate alla “rinascita” spirituale dei figli. Per ora è chiamata in causa oltre misura la consuetudine di battezzare, la “tradizione”. Meno considerazione viene data dai genitori alla loro coerenza di fede o alla loro situazione morale. Tale preparazione, che auspichiamo avvenga già fin dal periodo dell’attesa del figlio, ha il valore di un cammino iniziale, da non interrompere, che andrebbe maggiormente diversificato, caso per caso, per incontrare Gesù Cristo, nella vita e nel progetto del quale “immergere” il figlio.
Ecco di seguito una serie di argomentazioni valide per richiedere il Battesimo in modo cosciente, pena il rimandare ad età adulta il sacramento.

Perché battezziamo nostro figlio?

Perché lo vogliamo deporre nel solco di una tradizione religiosa (cristiana, cattolica), nella quale noi abbiamo trovato risposta ai “perché” essenziali della vita.

Perché ci sta a cuore immergerlo (appunto: battezzare) nel mistero di vita, di morte e di risurrezione di Cristo.

Perché riconosciamo davanti alla Comunità Cristiana che nostro figlio non ci appartiene, ma è del Signore, è figlio di Dio.

Perché ci preme orientarlo, fin dai suoi primi passi, al progetto di Dio, nella conoscenza del Vangelo e nella sequela di Cristo.

Perché crediamo alla grazia efficace del Sacramento e, per questo, in un certo senso, ci ribattezziamo noi, impegnandoci in prima persona a collaborare con Dio.

Perché abbiamo la certezza che con questo atto d’amore di Dio, nostro figlio è abilitato a vincere il male, la tentazione e il peccato.

Perché intendiamo metterlo in buona compagnia, cioè nella Comunità Cristiana Cattolica, che vive di fede, speranza, amore.

Perché il sentirsi chiamato per nome da Dio lo renda gioioso nell’esercitare il triplice compito di:
Evangelizzazione (annuncio)
Liturgia (preghiera)
Carità (servizio)

Perché pensiamo che, privilegiando lo strumento della Chiesa voluta da Cristo, nostro figlio possa essere segno autentico del Regno di Dio nel mondo.

Perché ogni giorno, ponendoci al suo fianco come veri maestri di vita e di fede, intendiamo aiutare nostro figlio a rendersi consapevole della “nuova creatura”, diventata nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Quattro incontri di preparazione per genitori e, se possibile, padrini. Lunedì alle ore 21:00, a cura di don Beppe e animatori laici.
Si battezza la seconda domenica ogni due mesi, alle ore 16:00.

 


La Cresima

La Cresima è affrontata in questa Comunità come il sacramento della maturità cristiana; perciò esige un’età di maggiore consapevolezza e responsabilità decisionale.
Attraverso la frequenza settimanale a Gruppi, guidati da giovani animatori, i ragazzi delle Medie inferiori possono accedere al sacramento alla fine della Terza Media. Ma è prassi ormai acquisita da tanti affrontare la Cresima in età giovanile o adulta, frequentando un corso specifico di approfondimento della Parola di Dio in rapporto alle problematiche vitali (un vero e proprio cammino di catecumenato).

La si conferisce, previa preparazione nei gruppi adolescenti, a fine della Terza Media oppure in età adulta, frequentando circa 15 incontri da gennaio a metà maggio (data della Cresima), incontri che si tengono il mercoledì alle ore 21:00 con don Beppe e animatori laici.

 

Eucarestia

E’ il centro e il culmine della vita cristiana, a tal punto che il cristiano desidera la Messa della domenica.
La Prima Comunione è bene rinviarla alla fine della Quinta elementare, per capirne di più. Solitamente a maggio o a giugno.
Di domenica, da ottobre a giugno, Adorazione Eucaristica dalle ore 17:00 alle 18:00 nella Chiesa di Borgo Mercato; di mercoledì, alla stessa ora, nella Chiesa di Borgata Santa Maria.

 


Penitenza

Ci si avvia al sacramento della Confessione con la Quarta elementare. Alcune tappe per i singoli gruppi di elementari e medie nei tempi forti dell’anno liturgico (Avvento e Quaresima) facilitano la comprensione della celebrazione personale e comunitaria del perdono.
Per gli adulti intendiamo mantenere nei tempi forti la bella prassi della celebrazione comunitaria del perdono (con possibilità di confessione individuale) per sottolineare la portata non solo privata, ma sociale del peccato.
Naturalmente è lodevole la buona consuetudine della confessione individuale tramite il sacerdote.

 


Olio degli infermi

E’ assillo della Comunità parrocchiale l’assistenza religiosa dei malati e diffondere l’esatta comprensione del sacramento dei malati. Non più “estrema unzione”, “unzione con l’olio santo” su chi è gravemente malato. A tal scopo è in programma da noi una celebrazione comunitaria degli infermi in primavera.

 

Ordine

E’ il sacramento di chi diventa prete. Per ora preghiamo per le vocazioni sacerdotali e religiose. Chissà che anche da noi non possano emergere giovani generosi, che si vogliano dedicare corpo e anima alla causa di Cristo!

 

Matrimonio

Invitiamo i fidanzati a iscriversi per tempo in Parrocchia ai Corsi prematrimoniali. Solo in seguito si fissano le date del matrimonio.
Il corso è formato da cinque incontri al sabato sera ore 21:00.
In programmazione: sabato 8/11/2008, 15/11/2008, 22/11/2008, 29/11/2008 e 13/12/2008.
Di preferenza, i matrimoni si celebrano al sabato.

 

I gruppi di catechismo

I gruppi del catechismo si incontrano in diversi orari, secondo le varie classi, affinchè i genitori tengano conto degli stessi nel prendere altri impegni.

Si fa il catechismo in famiglia e i primi maestri della fede per i figli sono i genitori, che si serviranno del testo “Gesù di Nazareth” che i figli completeranno con disegni e preghiere.

 

© 2008 Parrocchia di San Vincenzo Ferreri. Tutti i diritti riservati.
Via Juglaris 5 - 10024 Moncalieri (To)