Lettera di gennaio 2017

 

Carissimi,
                 ho tra le mani l’agenda 2017. Trecento sessanta cinque pagine bianche che attendono di essere ripopolate da appuntamenti, incontri, scadenze, riflessioni, pensieri sparsi.
L’inizio di un nuovo anno è come aprire un tempo nuovo della vita. Chi non vorrebbe che sia un periodo più buono del precedente?
Ho la sensazione che una sottile rassegnazione stia avvelenando persino la vita di quanti speravano in un positivo cambiamento della società. Gli stessi credenti rischiano di essere sommersi da confusione e scetticismo, assistendo ad un possibile naufragio della civiltà europea.
Non lasciamoci imbrigliare in questa trappola buia. Non si tratta di riflettere su di un’ipotetica fine del mondo, ma sul fine del mondo.

Gesù ci assicura che la storia non sta precipitando nel caos, ma nelle braccia di Dio! Perciò alziamo lo sguardo, per non restare inchiodati nel nostro piccolo universo.
“La speranza - dice S. Tommaso d’Aquino- è il presente del nostro futuro. Ci vuole una fede forte per cambiare lo sguardo”.
Mi auguro che la nostra Comunità, anche se impoverita, resti presidio del regno di Dio, caparra di un mondo diverso, pubblicità per la logica di Dio.

Lo so che all’inizio di un nuovo anno c’è un’inflazione di preghiere: il lavoro vada bene, ci sia la salute, si superi l’esame, l’amore si conservi, non ci siano più alluvioni o terremoti… Tutto comprensibile. Ma dobbiamo tornare al vero senso della preghiera, non intesa come una bacchetta magica, bensì supplica per accettare la volontà di Dio. Chiediamo pure a Dio quanto il cuore ci detta (“Chiedete e vi sarà dato”), ma dobbiamo lasciare a Lui la valutazione delle nostre richieste. Nella sua paternità Lui conosce se quanto da noi richiesto è utile e salvifico per la nostra vita. Noi domandiamo a Lui un bene immediato; Lui dona un bene totale.

Perciò meglio da parte nostra assumere un atteggiamento spirituale capace di infonderci serenità e libertà nel consegnarci a Dio e dirgli: “Padre, sarei lieto se Tu mi donassi quanto spero, ma sono ugualmente grato di quanto Tu mi darai, perché questo per me è il sicuro bene”.
Purtroppo la nostra è una cultura che pretende di essere rassicurata (non ci sia nulla di incerto!). E così abbiamo “taroccato” la vita, pensandola fuori dall’incertezza e dalla fragilità.
La preghiera per il 2017 ci renda sereni nella fiducia e nella speranza.

Buon anno
Cordialmente

don Beppe

Scarica la lettera in formato Word (download).


 

Domenica 8 Gennaio 2017

(Battesimo del Signore)

 

Prima lettura (Is 42,1-4.6-7)

Così dice il Signore:
«Ecco il mio servo che io sostengo,
il mio eletto di cui mi compiaccio.
Ho posto il mio spirito su di lui;
egli porterà il diritto alle nazioni.
Non griderà né alzerà il tono,
non farà udire in piazza la sua voce,
non spezzerà una canna incrinata,
non spegnerà uno stoppino dalla fiamma smorta;
proclamerà il diritto con verità.
Non verrà meno e non si abbatterà,
finché non avrà stabilito il diritto sulla terra,
e le isole attendono il suo insegnamento.
Io, il Signore, ti ho chiamato per la giustizia
e ti ho preso per mano;
ti ho formato e ti ho stabilito
come alleanza del popolo
e luce delle nazioni,
perché tu apra gli occhi ai ciechi
e faccia uscire dal carcere i prigionieri,
dalla reclusione coloro che abitano nelle tenebre».

Salmo responsoriale (Sal 28)

Il Signore benedirà il suo popolo con la pace.

Date al Signore, figli di Dio,
date al Signore gloria e potenza.
Date al Signore la gloria del suo nome,
prostratevi al Signore nel suo atrio santo.

La voce del Signore è sopra le acque,
il Signore sulle grandi acque.
La voce del Signore è forza,
la voce del Signore è potenza.

Tuona il Dio della gloria,
nel suo tempio tutti dicono: «Gloria!».
Il Signore è seduto sull’oceano del cielo,
il Signore siede re per sempre.


 

Seconda lettura (At 10,34-38)

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga.
Questa è la Parola che egli ha inviato ai figli d’Israele, annunciando la pace per mezzo di Gesù Cristo: questi è il Signore di tutti.
Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui».

Canto al Vangelo (Mt Mc 9,9)

Alleluia, alleluia.

Si aprirono i cieli e la voce del Padre disse:
«Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!».

Alleluia.

 

 

Vangelo (Mt 3,13-17)

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

 

Scarica e leggi lo scritto più importante di san Vincenzo Ferreri...

sa

 

Nel suo “Trattato della vita spirituale” (download), scritto della maturità spirituale ed apostolica, indica così i gradi della vita spirituale: disprezzo delle cose terrene, silenzio, purezza di cuore, pace interiore come culmine dell’ascesi mistica. Mezzi per raggiungere la purezza del cuore sono: la negazione di sé, la mortificazione dell’amor proprio, l’umiltà nel sentire di sé davanti a Dio e agli uomini.

 

 

Segnalo questo interessantissimo sito sulla preghiera del cuore (o esicasmo), sui Padri del deserto e sulla meditazione cristiana profonda:

http://www.esicasmo.it

 

Segnalo questo sito che offre una vera e propria biblioteca digitale, con classici della spiritualità scaricabili gratuitamente per essere stampati o letti su tablet o su e-book:

http://www.teologiaspirituale.it/testi.html

Programma di gennaio

Ecco il ricco programma degli appuntamenti previsti per il mese di gennaio (download).

Consiglio pastorale di ottobre

Ecco il verbale del Consiglio Pastorale tenutosi il 23 novembre (download).

Star bene e amare se stessi per star bene con gli altri e amarli

«Ricomincio da me» è il titolo che meglio rappresenta il cammino che intendiamo percorrere quest'anno insieme ai giovani (tra i 14 e i 22 anni, indicativamente) del gruppo "A Braccia Aperte". Il programma prevede una parte teorica, fondata sulle più moderne teorie di psicanalisi, e una parte pratica, fondata principalmente sulla scoperta e sull'esercizio della mindfulness, definita da Jon Kabat Zinn (fondatore dell’uso clinico moderno della mindfulness) come “il processo di prestare attenzione intenzionalmente e in maniera non giudicante allo scorrere dell’esperienza nel presente momento dopo momento” (download). Gli strumenti che utilizzeremo sono costituiti sia da testi che da supporti online (download). Moderatori: Franca e Marco.

Anniversari di matrimonio

Gli anniversari di matrimonio che ogni anno celebriamo in Comunità sono un’opportunità per interrogarci su come va la famiglia e perché siamo ancora qui insieme.
D’ istinto si risponde: “Abbastanza” o “Normale”, per dire inconsciamente tutto il vuoto interiore di ciascuno e anche la scarsa volontà di comunicare tra individui, quasi a sottintendere “Sono fatti miei….a te che importa?!”. Troppo poco. La presenza di queste coppie, che oggi rinnovano il loro sì, ci sprona ad uscire da questa fase di apatia e a intraprendere la strada dello stupore (download).

La paura di pensare

Hanno omologato il tutto,
l'hanno chiamata unità.
Hanno zittito le coscienze, l’hanno chiamata ubbidienza (download).

Chi era San Vincenzo Ferreri

La sua presenza ovunque, la sua predicazione tagliente e incisiva e la sua testimonianza di uomo di grande fede e preghiera hanno avuto sempre come scopo principale l’annuncio della misericordia di Dio: quel Dio che va temuto per il suo giudizio, ma che sovrabbonda in misericordia (download).

Discorso del Papa sul mondo del lavoro

Discorso del Santo Padre Francesco sul mondo del lavoro in occasione della visita pastorale a Torino (download).

Lettera Enciclica "Laudato si'"

La Lettera Enciclica "Laudato si'" del Santo Padre Francesco sulla cura della casa comune, in versione integrale (download).

 

 

 

 

 

© 2008-2017 Parrocchia di San Vincenzo Ferreri.
Tutti i diritti riservati.
Via Juglaris 5

10024 Moncalieri (To)