Lettera di agosto 2017

 

Carissimi,
                 vacanze tanto sospirate, ma piene di incognite!
Uscire, viaggiare, scoprire, conoscere, incontrare, ma anche interrogarsi, tacere, ascoltare…
Obietterete che questi sono i verbi di tutti i giorni.
Rispondo invitandovi a riflettere come in vacanza  cambia il nostro umore, persino il tempo diventa più malleabile, anche gli altri li sentiamo più prossimi.
Benedette vacanze, quando i volti tornano ad essere più importanti delle cose, i racconti ci scavano dentro, la natura narra con meno fatica la gloria di Dio.
Benedette vacanze quando voi cominciate ad apprezzare quello che siete e quello che avete, quando vi misurate nell’intimo con la maggioranza  che è sempre “vacante”, cioè priva di cibo, salute, cultura, libertà. E allora non potete non prorompere in un gesto di pura condivisione, accompagnato da un grazie al buon Dio, forse così:

“Concedimi di capire gli uomini che incontro
sul mio cammino e il dolore che nascondono
e quelli che condividono con me la fatica della strada,
l’amore dell’avventura, la soddisfazione della scoperta. 
Fammi il dono della vera amicizia,
rendimi cordiale, attento, generoso, misericordioso.
Fammi sentire la voce della strada:
quella che mi invita sulle vie del mondo
a conoscere sempre più i doni del Tuo amore.
Lontano da Te e dalle Tue vie,
fammi sentire l’inutilità del tutto.
Alla Tua casa dammi di poter giungere
dove Tu per tutti i santi sei Bellezza vera,
Luce splendida, Amore pieno, Riposo perfetto. Amen

Con affetto                                     

BUONE VACANZE

don Beppe

Scarica la lettera in formato Word (download).


 

 

 

Domenica 6 Agosto 2017

(Trasfigurazione del Signore)

 

Prima lettura (Dn 7,9-10.13-14)

Io continuavo a guardare,
quand’ecco furono collocati troni
e un vegliardo si assise.
La sua veste era candida come la neve
e i capelli del suo capo erano candidi come la lana;
il suo trono era come vampe di fuoco
con le ruote come fuoco ardente.
Un fiume di fuoco scorreva
e usciva dinanzi a lui,
mille migliaia lo servivano
e diecimila miriadi lo assistevano.
La corte sedette e i libri furono aperti.
Guardando ancora nelle visioni notturne,
ecco venire con le nubi del cielo
uno simile a un figlio d’uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui.
Gli furono dati potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano:
il suo potere è un potere eterno,
che non finirà mai,
e il suo regno non sarà mai distrutto.

Salmo responsoriale (Sal 96)

Il Signore regna, il Dio di tutta la terra.


Il Signore regna: esulti la terra,
gioiscano le isole tutte.
Nubi e tenebre lo avvolgono,
giustizia e diritto sostengono il suo trono.

I monti fondono come cera davanti al Signore,
davanti al Signore di tutta la terra.
Annunciano i cieli la sua giustizia,
e tutti i popoli vedono la sua gloria.

Perché tu, Signore,
sei l’Altissimo su tutta la terra,
eccelso su tutti gli dèi.


 

Seconda lettura (2Pt 1,16-19)

Carissimi, vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del Signore nostro Gesù Cristo, non perché siamo andati dietro a favole artificiosamente inventate, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua grandezza. 
Egli infatti ricevette onore e gloria da Dio Padre, quando giunse a lui questa voce dalla maestosa gloria: «Questi è il Figlio mio, l’amato, nel quale ho posto il mio compiacimento». Questa voce noi l’abbiamo udita discendere dal cielo mentre eravamo con lui sul santo monte. 
E abbiamo anche, solidissima, la parola dei profeti, alla quale fate bene a volgere l’attenzione come a lampada che brilla in un luogo oscuro, finché non spunti il giorno e non sorga nei vostri cuori la stella del mattino.

Canto al Vangelo (Mt 17,5c)

Alleluia, alleluia.

Questi è il Figlio mio, l’amato: 
in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo.

Alleluia.

 

 

Vangelo (Mt 17,1-9)

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui. 
Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli stava ancora parlando, quando una nube luminosa li coprì con la sua ombra. Ed ecco una voce dalla nube che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo». 
All’udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi e non temete». Alzando gli occhi non videro nessuno, se non Gesù solo.
Mentre scendevano dal monte, Gesù ordinò loro: «Non parlate a nessuno di questa visione, prima che il Figlio dell’uomo non sia risorto dai morti».


Scarica e leggi lo scritto più importante di san Vincenzo Ferreri...

sa

 

Nel suo “Trattato della vita spirituale” (download), scritto della maturità spirituale ed apostolica, indica così i gradi della vita spirituale: disprezzo delle cose terrene, silenzio, purezza di cuore, pace interiore come culmine dell’ascesi mistica. Mezzi per raggiungere la purezza del cuore sono: la negazione di sé, la mortificazione dell’amor proprio, l’umiltà nel sentire di sé davanti a Dio e agli uomini.

 

 

Segnalo questo interessantissimo sito sulla preghiera del cuore (o esicasmo), sui Padri del deserto e sulla meditazione cristiana profonda:

http://www.esicasmo.it

 

Segnalo questo sito che offre una vera e propria biblioteca digitale, con classici della spiritualità scaricabili gratuitamente per essere stampati o letti su tablet o su e-book:

http://www.teologiaspirituale.it/testi.html

Don Renato Rosso ci scrive

La lettera di don Renato Rosso alla comunità (download).

Consiglio pastorale di giugno

Ecco il verbale del Consiglio Pastorale tenutosi il 21 giugno (download).

Programma parrocchiale per i mesi estivi

Ecco il ricco programma degli appuntamenti previsti per il periodo estivo (download).

Crescere ed educare al distacco

Questo il titolo del minicampo per adulti e gruppi famiglia che si terrà a settembre nei giorni che vanno da venerdì 8 a domenica 10 settembre. Ecco l'invito con il programma (download).

La paura di pensare

Hanno omologato il tutto,
l'hanno chiamata unità.
Hanno zittito le coscienze, l’hanno chiamata ubbidienza (download).

Chi era San Vincenzo Ferreri

La sua presenza ovunque, la sua predicazione tagliente e incisiva e la sua testimonianza di uomo di grande fede e preghiera hanno avuto sempre come scopo principale l’annuncio della misericordia di Dio: quel Dio che va temuto per il suo giudizio, ma che sovrabbonda in misericordia (download).

Discorso del Papa sul mondo del lavoro

Discorso del Santo Padre Francesco sul mondo del lavoro in occasione della visita pastorale a Torino (download).

Lettera Enciclica "Laudato si'"

La Lettera Enciclica "Laudato si'" del Santo Padre Francesco sulla cura della casa comune, in versione integrale (download).

 

 

 

 

 

© 2008-2017 Parrocchia di San Vincenzo Ferreri.
Tutti i diritti riservati.
Via Juglaris 5

10024 Moncalieri (To)